LA BELLEZZA DERIVA DALLA SALUTE: L’IMPORTANZA DELLA RICOSTRUZIONE CAPILLARE

Partendo da questo concetto, che dovrebbe essere un mantra per i parrucchieri, è importante impostare la consulenza e di conseguenza il lavoro in generale: è fondamentale preparare il capello, attraverso la ricostruzione, affinché sia il più sano possibile nel momento in cui dovremo applicare dei servizi chimici, così che i risultati siano davvero appaganti per la cliente finale e soddisfacenti per il parrucchiere.

Questo garantirà la fidelizzazione della cliente e permetterà al salone di acquisire sempre più credibilità, migliorando la propria reputazione.

NELLA RICOSTRUZIONE CAPILLARE LA STAGIONALITÀ CONTA DAVVERO?

Ci sono servizi che hanno il loro momento di maggiore utilità o richiesta: nel mese di settembre ad esempio sono i servizi di ricostruzione così come a dicembre, in preparazione alle festività natalizie, il servizio cheratina ha sempre un buon riscontro.

Focalizzando la nostra attenzione sui servizi di ricostruzione, aprile, maggio e settembre sono i periodi nei quali vi è una maggior richiesta, ma la realtà è che sono servizi che si eseguono tutto l’anno in base alle esigenze della singola cliente e dello stato del capello.

COME STRUTTURARE LA PROPOSTA DEL SERVIZIO DI RICOSTRUZIONE

Le varie tipologie di ricostruzione vanno scelte in base allo stato del capello. Partendo da questo punto, è indispensabile mirare la proposta ricostruttiva migliore per il capello che ci troviamo davanti valutando quelli che sono i danni che può aver subito da precedenti trattamenti quali colorazioni, schiariture o altro. Non esiste dunque uno standard assoluto legato alla tipologia di ricostruzione o, come abbiamo già chiarito precedentemente, alla stagionalità.

Quello che però a volte succede è che si cerchi di “standardizzare” e di semplificare la proposta ricostruttiva, magari per venire incontro al proprio staff: questo finisce per limitare la proposta che offre il nostro salone ma soprattutto compromette l’effettiva efficacia del servizio di ricostruzione che, come abbiamo detto, va scelto in base allo stato reale attuale di salute del capello.

In base alla struttura del capello che ci si presenta dunque, possiamo constatarne le mancanze: mancanza di idratazione, di elasticità, di corpo, di forza e così via. Questo ci permette di scegliere la tipologia di ricostruzione più efficace, pensata anche in prospettiva rispetto alle richieste della cliente relative ai servizi che desidera effettuare, che siano servizi liscianti, di colorazione, schiaritura, ecc.

Per poter capire a fondo l’importanza del pensare la ricostruzione in prospettiva, facciamo un esempio: una cliente che ha una chioma rossa e desidera diventare bionda. Il parrucchiere sa che deve prima togliere il rosso (neutralizzarlo) e successivamente schiarire con un decolorante; questi due passaggi, altamente chimici, sono molto invasivi verso la struttura del capello.

Come agire dunque rispetto ad una situazione di questo tipo?

Ovviamente scegliendo la prevenzione: trattando la forza del capello, la sua idratazione e il corpo attraverso la ricostruzione capillare. Lavorare sull’elasticità o sulla lucentezza saranno i passaggi successivi al lavoro tecnico di colorazione, che potremmo definire una vera e propria “rifinitura”.

L’APPROCCIO GIUSTO CON LA CLIENTE

Quando si parla con la cliente finale, non è necessario scendere troppo in dettagli tecnici o utilizzare diciture complesse: ciò che è importante è aiutarla a capire che i suoi capelli hanno bisogno di essere riportati ad uno stato di salute ottimale per poter ricevere i servizi chimici in sicurezza e senza danneggiare ulteriormente i suoi capelli.

Beauty woman dyeing hair in hairdressing salon

L’IMPORTANZA DELLA RICOSTRUZIONE PRIMA DEL LAVORO TECNICO

Più cultura e una impostazione adeguata sono le chiavi del successo di un buon servizio di ricostruzione capillare. Approfondiamo questo concetto.

L’80-90% del mercato dei parrucchieri non ha l’informazione corretta rispetto al prodotto per la ricostruzione che ha acquistato. Sembra incredibile vero? Per questo è importante domandarsi quale area, quale ambito del capello dobbiamo/vogliamo ricostruire.

Ci sono vari prodotti per la ricostruzione capillare e solitamente ognuno è pensato per un’area specifica di azione, rispetto alle problematiche o mancanze nella struttura del capello quali:

  • Forza
  • Corpo
  • Idratazione
  • Elasticità
  • Collagene
  • Lucentezza
  • Ponti di zolfo

Queste mancanze e problematiche possono nascere come conseguenza di svariati fattori ma in cima alla lista ci sono proprio i servizi tecnici che eseguiamo in salone.

Nel nostro prossimo articolo dedicato alla ricostruzione capillare in rapporto ai servizi di colorazione approfondiremo ulteriormente l’importanza di questo servizio davvero indispensabile per poter garantire alla cliente finale dei capelli sempre belli, luminosi e in salute.

Potrebbe interessarti

Le ultime notizie